La pizza è Patrimonio dell’Unesco: quando la buona tavola diventa arte

pizza

Pizza Patrimonio dell’Unesco: il saper cucinare è una forma d’arte

Alcuni riconoscimenti sono più che meritati: è questo il caso di un piatto tipicamente napoletano diventato nel mondo un’istituzione solidissima. La Pizza è Patrimonio dell’Unesco: quando si è diffusa la notizia della sua candidatura metà mondo (o forse proprio tutto) ha esultato.  Sebbene questa superlativa specialità culinaria sia comunemente attribuita alla tradizione culinaria campana, essa è stata ampiamente adottata in ogni altra parte del globo terrestre. Nessun altro piatto, con molta probabilità, ha mai ricevuto nel corso della storia così tante adesioni. È per questa ragione che oggi la pizza viene intesa come una cosa di tutti, un bene comune da preservare nel tempo. Sono queste le ragioni che hanno spinto l’Unesco ad omaggiarla con l’inserimento nel Patrimonio dell’Umanità? Scopriamolo.

La candidatura e il riconoscimento

La Pizza napoletana è diventata Patrimonio dell’Unesco il giorno 7 dicembre 2017. Il Comitato per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale ha deciso di riconoscere il valore inestimabile di questa specialità e in particolare di istituzionalizzare il suo legame inscindibile con la città di Napoli.

L’elogio alla pizza, ai tempi del riconoscimento Unesco, fu accolto con grande entusiasmo dagli abitanti partenopei. I pizzaioli – primi beneficiari morali dell’omaggio al proprio mestiere – festeggiarono con l’apertura straordinaria delle pizzerie anche di mattina.

Oggi la pizza continua ad essere un’istituzione riconosciutissima. Ma quali sono le ragioni per le quali è entrata a far parte dei siti Unesco?

Perché è considerata bene immateriale?

La pizza è Patrimonio Unesco per innumerevoli ragioni. A quanto dichiarato dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Cultura e la Scienza essa è da considerare come uno strumento potentissimo contro la marginalità sociale.

La pizza infatti – sebbene oggi sia un piatto di grandissimo successo – nasce da una tradizione contadina e dall’arte dell’arrangiarsi che ha sempre caratterizzato il popolo napoletano.

È una specialità povera, grazie alla quale però la città di Napoli è riuscita a rilanciare la propria economia.

Inoltre, la preparazione alla base della pizza è sorprendentemente antica, tanto da poter essere interpretata come parte integrante della storia italiana e partenopea.

A dare ancora più credito alla candidatura di questo piatto come bene immateriale vi è anche una ragione di carattere culturale: la pizza è oggi un fenomeno mondiale, che ha a sua volta dato vita a canzoni, libri e riferimenti cinematografici.

Close