Un tour tra il Patrimonio Unesco della Toscana

firenze

La posizione al centro del Mediterraneo e la lunga storia che, conseguentemente, è stata attuata nelle sue terre hanno fatto in modo che l’Italia diventasse la nazione, insieme alla Cina, che ha però un territorio molto più esteso, con più siti iscritti nel registro del Patrimonio UNESCO per l’Umanità.

Sono ben 55 i beni all’interno del territorio italiano, distribuiti in quasi tutte le regioni del Bel Paese.
Uno degli emblemi più conosciuti all’estero del nostro paese è sicuramente la Toscana, con le sue splendide città d’arte di epoca medievale o le sue colline verdi, ricche di vigneti, che producono dei vini venduti in tutto il pianeta.

La Regione Toscana contiene, infatti, all’interno del suo territorio ben 7 siti protetti dall’UNESCO. Cercheremo, quindi, di fare uno splendido tour virtuale tra le 7 meraviglie della regione, girovagando per i territori che hanno visto nascere uomini illustri, i quali hanno reso questa porzione di penisola italiana una delle più belle e importanti di tutto il pianeta.

Un consiglio potrebbe essere quello di arrivare in aereo o nella stazione di Firenze e scegliere un servizio di noleggio auto in Toscana per visitare in tutta comodità le meraviglie di questa regione.

Firenze, capitale del Rinascimento

Cominceremo il nostro viaggio proprio tra le splendide chiese e i palazzi di Firenze, sede di un fermento artistico senza precedenti, durante tutto il periodo del Rinascimento.

Il centro storico di Firenze è entrato a far parte del circolo dei Patrimoni UNESCO nel 1982. La città ha dato i natali a numerosi artisti di fama internazionale, le cui opere affollano tutti i più importanti musei del mondo.

Ma oltre le opere scultoree e pittoriche, contenute nelle sale museali, i grandi architetti che hanno operato in città, hanno lasciato a Firenze alcune delle strutture più belle e apprezzate al mondo. I vari Michelangelo, Brunelleschi, Giotto e Alberti hanno lasciato alla città fiorentina, e non solo, così tante opere architettoniche da rendere il capoluogo toscano come un autentico museo a cielo aperto.

La straordinaria imponenza del Duomo, con la cupola del Brunelleschi e il campanile di Giotto, il Museo degli Uffizi, con opere di inestimabile valore, o la Chiesa di Santa Croce sono solo alcuni dei bellissimi monumenti contenuti all’interno centro storico fiorentino. Possiamo menzionare pure Piazza della Signoria, con le sue splendide statue protette dalla Loggia dè Lanzi, Ponte Vecchio o Piazzale Michelangelo.

Firenze è un patrimonio mondiale che, nel suo periodo d’oro, ha regalato al pianeta uomini importanti che hanno fatto cose straordinarie.

Le splendide Torri medievali di San Gimignano

Il nostro tour prosegue verso sud dove, prima di raggiungere Siena, si giunge nello splendido borgo medievale di San Gimignano.

Il centro storico del borgo entrò a far parte dei patrimoni UNESCO nel 1990, grazie alla sua architettura che si combina in maniera sublime al paesaggio. San Gimignano è, infatti, l’emblema della toscanità, dove le splendide colline verdi, le quali donano prodotti culinari unici, si combinano con le strutture architettoniche eleganti e sofisticate.

Le torri medievali di San Gimignano donano al paese uno skyline davvero originale, dove a svettare non sono lussuosi grattacieli con vetrate trasparenti, ma torri in mattoni con qualche finestrella qua e là.

Se dici Toscana dici San Gimignano, e se dici San Gimignano ti riferisci a bellezza e buon cibo.

Siena, la città del Palio

Proseguendo verso sud arriviamo nella splendida Siena, città sede del più importante Palio del mondo. La corsa di cavalli, che coinvolge ogni anno quasi tutte le contrade cittadine, è seguitissima in tutto il mondo, e i turisti, nel periodo estivo, affollano Piazza del Campo per assistere allo straordinario evento.

Sono proprio Piazza del Campo e l’intero centro storico medievale ad essere stati insigniti del titolo di Patrimonio UNESCO nel 1995.

La conformazione urbanistica del centro storico è un esempio magnifico di arte gotica e medievale in Italia, il Duomo e Piazza del Campo sono i simboli di questo movimento artistico. Proprio all’interno della chiesa cattedrale sono presenti straordinarie opere dei maggiori artisti italiani, tra cui Michelangelo.

Siena è una città che sorprende e stupisce dove, passeggiando tra i suoi vicoli, si riscopre il medioevo in tutta la sua essenza.

Pienza, la città ideale

Pienza è conosciuta pure come la città di Papa II, infatti proprio qui nacque il pontefice, grande studioso di Quindicesimo secolo, che rese proprio Pienza un esempio artistico di “città a misura d’uomo” con la sua urbanistica unica al mondo studiata per le esigenze dell’individuo.

Tra i palazzi più belli c’è sicuramente Palazzo Piccolomini, residenza estiva del papa durante il suo pontificato.

Pienza è inserita in un contesto paesaggistico unico, come se l’artista, nel dipingere il suo quadro, non si fosse impegnato solo nel dettaglio del protagonista, ma abbia voluto attenzionare anche il contorno, sono infatti le colline della Val d’Orcia a far da sfondo alla splendida città, ma di questo parleremo presto.

La Val d’Orcia e le sue verdi colline

La Val d’Orcia è stata inserita nell’elenco dei Patrimoni UNESCO nel 2004 grazie al suo strepitoso paesaggio formato da sinuose colline e borghi unici.

Proprio tra queste vallate sorgono cipressi e distese di vigneti, che hanno regalato al mondo i vini più pregiati. La Val d’Orcia è una delle raffigurazioni della Toscana più conosciute al mondo, la cartolina più fotografata, perché raffigura la genuinità, dei toscani e degli italiani tutti.

Pisa, la città della Torre Pendente

Provate a fare una domanda ad un qualunque turista straniero, e chiedetegli quale sia il primo monumento italiano che chi viene in mente. Sicuramente vi risponderà Torre di Pisa, o al massimo il Colosseo.

La città di Pisa, grazie allo splendido complesso monumentale di Piazza dei Miracoli, ma non solo, è entrata a far parte del Patrimonio UNESCO per l’Umanità nel 1987.

La città ha preso queste splendide sembianze a partire dall’XI secolo, quando la Repubblica Pisana stava iniziando ad imporsi tra le maggiori repubbliche marinare in Italia e nel mondo.

Oggi Piazza dei Miracoli è uno dei luoghi più visitati al mondo e sicuramente lo sarà per molto tempo ancora.

Le ville e i giardini Medicei

Ultima menzione, ma non per importanza, la meritano le splendide ville che la regione, ma anche l’Italia e tutto il mondo, ha ereditato dalla famiglia dei Medici.

La famiglia che, nell’immaginario collettivo, ha dato l’immagine di potenza Rinascimentale a Firenze e a tutto il Granducato Toscano.

Sono ben dodici le ville sparse per tutto il territorio regionale e due sono i giardini.

Il complesso di monumenti è entrato a far parte dei Patrimoni UNESCO nel 2013, grazie alla loro architettura elegante e nobile.

Close