Siti patrimonio Unesco della Lombardia: quali sono i siti da non perdere

lombardia

Tutti i beni da tutelare della regione

L’Italia, per la sua ricchezza artistica, detiene un primato importante: è il paese con il più alto numero di siti culturali. Oggi vogliamo parlarvi del Patrimonio Unesco della Lombardia, una regione che si distingue per le città d’arte i monumenti antichi: se l’Italia è il paese al mondo con il maggior numero di patrimoni riconosciuti, la Lombardia è la regione meglio fornita della penisola italiana.

Quali sono i siti culturali più importanti? Nella lista che segue, troverete i siti  da non perdere e anche qualche valido spunto a cui poter attingere se siete in visita in Lombardia.

Ecco una serie di suggerimenti.

Siti palafitticoli preistorici dell’arco alpino

Uno dei siti  più importanti della Lombardia è costituito dai siti palafitticoli preistorici dell’arco alpino. Queste aree – parte delle quali occupati da vere e proprie palafitte – si trovano non solo nella regione lombarda ma anche in Austria, Francia, Germania e Svizzera. Il loro valore risiede nella testimonianza fornita al mondo moderno circa la vita di uno dei primi insediamenti nelle Alpi.

L’Ultima Cena di Leonardo Da Vinci

Anche il celeberrimo capolavoro di Leonardo Da Vinci compare nell’elenco dei siti culturali  della Lombardia. Il Cenacolo è uno dei dipinti più apprezzati del Rinascimento italiano e anche uno dei più famosi di Da Vinci. Il nome di quest’opera non poteva che essere annoverata tra i beni culturali dal salvaguardare nel tempo.

Crespi d’Adda

Crespi d’Adda è uno dei villaggi operai meglio custoditi al mondo. Fondato dalla famiglia Crespi, questo assetto urbano aderiva alla tendenza sud Europa che permise la nascita di diversi paesini dedicati ai dipendenti di fabbriche e stabilimenti industriali. Tale tendenza fu destinata al declino, ma Crespi d’Adda ce la ricorda ancora e dunque è tra i siti patrimonio Unesco migliori della regione.

Monte San Giorgio

Come dimenticare il Monte San Giorgio, ritenuta un’area preziosissima per la sua attività fossilifera. Oltre a garantire uno spettacolo naturale magnifico, il paesaggio rappresenta una zona molto importante per la flora e la fauna. Inoltre, quest’area è materia di studio per i fossili e la geologia: è proprio questa la ragione che ha spinto l’Organizzazione delle Nazioni Unite per la Cultura, la Scienza e l’Educazione ad inserirlo tra i Patrimoni dell’Umanità italiani e lombardi.

Close